Contattaci Rassegna Stampa Audio News Area Usato Occasioni Last Minute Catalogo Home Home
venerd́ 18 aprile 2014 - 12:33
Nu Force MIT Kiso_Acoustics North Star design Ascendo Pawel Acoustics Rosso Fiorentino Viva Audio Spectral Lyra dCS James Loudspeaker Musical Surroundings Boulder Atoll Basis Bassocontinuo Magico Graham
ALTRA TESTINA SPETTACOLARE AD UN PREZZO INASPETTATO: DYNAVECTOR DRT XV-1T

Nei tempi di crisi possono a volte capitare affari che in altri momenti sarebbero stati del tutto inattesi. Nel caso particolare abbiamo avuto la possibilità di acquistare da un nostro fornitore una testina di qualità assoluta ad un prezzo favorevole. A nostra volta abbiamo quindi l’opportunità di offrirvela al 50% del suo valore premettendo il fatto che si tratta di un prodotto nuovo.

Stiamo parlando del vertice del catalogo Dynavector ovvero della DV DRT 1T, ciòè dell’ultimo livello raggiunto dal costruttore  attraverso vari perfezionamenti del modello base XV1, modello che per la prima volta ha introdotto l’utilizzo di 8 magneti Alnico, la spettacolare armatura  a “V” ed lo smorzamento “Flux” brevettato da Dynavector.

Per ogni dettaglio andate sul sito di Dynavector, ma come informazione base già possiamo dirvi che è una cartuccia a bobina mobile a bassa uscita di 0,3 mV, valore compatibile con la maggior parte dei pre phono in commercio. Il cantilever è in solido boro mentre il peso di lettura consigliato è sui 2 grammi.

Già a colpo d’occhio la testina si presenta diversamente dalle altre cartucce, si tratta di un progetto a “corpo aperto” che merita qualche precauzione nel montaggio dal momento che il cantilever sporge dal corpo testina come spesso accade per testine di alta categoria.

La costruzione è manuale ed è seguita personalmente dal Direttore Dr. Tominari che è assolutamente entusiasta di questa creazione tanto che ad una recente intervista così si è espresso: “la costruzione è risultata così buona, oltre le mie aspettative, che ho passato le mie ferie invernali ascoltando solo vecchi LP di grandi artisti degli anni 60 e 70.  Il suono di questa combinazione è assolutamente tutt’altro suono rispetto alle altre cartucce comprese le nostre precedenti produzioni”.

Parliamo ora specificatamente del suono di questa cartuccia il cui costo di listino è dannatamente alto e cerchiamo di trovare una giustificazione ad un acquisto che può sembrare folle rispetto a  quello di una testina da un prezzo più ragionevole, come può essere ad esempio la Dynavector  17 d che costa  8 volte meno.

Non abbiamo provato la testina per preservarla integra nella sua confezione, ma riportiamo cosa scrive Geoff Husband nella sua recensione scritta su TNT France: “Il rumore superficiale è notevolmente  più basso, inoltre il primo impatto immediato offre  un palcoscenico più aperto e si avverta la completa mancanza di qualsiasi sgranatura anche utilizzando vecchi vinili.

Non è una testina che cerca il più piccolo dettaglio per sbatterlo in faccia. Messa a confronto con testine tra le 500 e le 1.500 sterline, la DRT1-t non ha tralasciato nulla che le altre abbiano prodotto, ma ha presentato tutto in un modo deliziosamente integrato.  Ne senso che ci sono testine economiche che sono straricche di informazioni, ma la capacità di questa testina è nel modo di porgere la completezza delle informazioni presentandole nel contesto dell’evento musicale, piazzando anche i più minuti particolari nel giusto spazio. Il controllo del dettaglio del palcoscenico è indistruttibile e continua indipendente dalla complessità o del livello di registrazione della traccia. Scrive sempre Husband che forse è proprio questa assoluta e inamovibile solidità della musica rappresentata davanti a voi in un palcoscenico realistico tridimensionale a rappresentare la caratteristica più particolare e notevole di questa testina, quella sospensione dalla realtà necessaria per dimenticare di stare ascoltando una registrazione. In altre parole questa testina riproduce una  orchestra intera, senza mettere in risalto in modo anomalo il rumore dei tasti del clarinetto, come a volte accade con prodotti più economici che focalizzano inutilmente alcuni particolari.

E’ impensabile come possa migliorare la qualità di un impianto migliorando solo la sorgente. Questa testina, rispetto ad una eccellente testina da 1.000 sterline, ha apportato un miglioramento tale come poteva  essere la sostituzione di un amplificatore del valore di 2.000 £ con un amplificatore da 8.000 £.

Si dice che se si è interessati al prezzo di questa  testina  top di gamma sicuramente non ce la si può permettere. Qualcuno potrà aggiungere anche che il prezzo è esagerato e che testine più economiche sono altrettanto buone. Secondo l’esperienza di vari recensori che scrivono su testate straniere nel modo più obiettivo, questo non è vero secondo la loro esperienza, del resto si sta parlando di quella differenza che va dall’1 al 2% rispetto alla possibile fedeltà sonora, quella  che produce una differenza così grande tra la registrazione e la realtà.

Ma ora finalmente indichiamo il prezzo di vendita: parlavamo del 50% del prezzo di listino, quindi 10.900 € diviso due fanno 5.450 €. Il prezzo è comunque elevato, ma in un certo senso giustificato dalle prestazioni assolute. Le altre considerazioni le lasciamo a voi. Certo lo sconto del 50% non capita spesso  …..

 

 

Click per ingrandire
Torna all'elenco news Torna su
AUDIO GRAFFITI SRL - Via degli Artigiani, 5 - 26025 - PANDINO (CR) - Tel. +39.0373.970485
P.I./C.F.:01512170190 - REA CR-0178129 - Capitale Sociale: € 100.000,00 I.V.